Glossarioneed

need

To need: ‘occorrere’, ‘essere necessario’, ‘avere bisogno di’.

COSTRUZIONE FORMA AFFERMATIVA AL PRESENTE

Il verbo ‘need’ può essere seguito da un nome o da un verbo. Vediamo le due costruzioni:

1) SOGGETTO + NEED + COMPLEMENTO OGGETTO
I need a pen.
Mi serve una penna.


2) SOGGETTO + NEED + VERBO ALL’INFINITO + EVENTUALE COMPLEMENTO
I need to see you.
Ho bisogno di vederti.

I need more time to finish the job.
Ho bisogno di più tempo per finire il lavoro.

Do you need a hand?
Hai bisogno di una mano?

What do you need?
Di che cosa hai bisogno?

What do you need to know?
Cosa hai bisogno di sapere? cosa vuoi sapere?

COSTRUZIONE FORMA NEGATIVA AL PRESENTE

Sono possibili due costruzioni con leggere differenze di significato.

1) SOGGETTO + DON’T NEED + VERBO ALL’INFINITO + RESTO DELLA FRASE
You don’t need to work on Sundays.
Non devi lavorare le domeniche.

Questa costruzione esprime una mancanza di necessità in generale, in linea di massima le domeniche non si lavora.


2) SOGGETTO + NEED NOT + VERBO FORMA BASE + RESTO DELLA FRASE
I needn’t work on Sunday because I have already finished my task.
Non devo lavorare di domenica perché ho già finito il compito assegnatomi.

Si usa questa costruzione per indicare una determinata situazione, siccome ho già finito il compito che mi è stato assegnato, non c’è bisogno che domenica vada a lavorare.


COSTRUZIONE FORMA NEGATIVA AL PASSATO

La forma negativa di ‘need’ al passato può avere due costruzioni con sostanziali differenze di significato.

1) SOGGETTO + DIDN’T NEED + VERBO ALL’INFINITO + RESTO DELLA FRASE
I didn’t need to buy more meat, there was enough for everybody.
Non ho dovuto comprare altra carne, ce n’era abbastanza per tutti.

In questa situazione sapevo che non c’era bisogno di altra carne così non ne ho comprato altra.
In questo caso non c’era la necessità di svolgere l’azione così non l’ho fatto.


2) SOGGETTO + NEEDN’T HAVE + PARTICIPIO PASSATO + RESTO DELLA FRASE
You needn’t have bought this meat, there was enough for everybody.
Non dovevi comprare questa carne, ce n’era abbastanza per tutti.

In questo caso invece non sapevo se c’era bisogno di carne, così l’ho comprata, anche se in realtà ce n’era già abbastanza.
L’azione è stata svolta anche se non era necessario svolgerla.


La costruzione ‘needn’t have’ si usa spesso quando si viene invitati a casa di qualcuno e si porta un pensiero.

SITUAZIONE: John porta un pensiero a casa di Julie (l’azione è stata svolta), e lei risponde che non c’era bisogno e ringrazia.

- Hi John, come in!
Ciao John, vieni, entra!
- Hello Julie, this is for you.
Ciao Julie, questo è per te.
- Oh, you needn’t have, thank you!
Oh non dovevi, grazie!
Approfondisci l’   infinito 

Autore

Giuseppe Testoni
Giuseppe Testoni

Metti mi piace!