Glossarioreply questions

reply questions

UTILIZZO

Sono delle costruzioni molto comuni nell’inglese parlato. Non si tratta di vere e proprie domande ma servono a mostrare all’altra persona che si sta facendo attenzione e si è interessati a quello che sta dicendo.

Corrispondono alle forme italiane ‘ah sì?’ , ‘veramente?’, e si formano come le altre domande in inglese, invertendo soggetto e ausiliare.

- It was a great match.
È stata una grande partita.
- Was it?
Ah sì?
- Yes, Chelsea scored six goals.
Sì, il Chelsea ha segnato sei gol.
Was’ (passato di ‘to be’, verbo essere) in questo caso non è un vero e proprio verbo ausiliare, ma un cosiddetto ‘linking verb’ usato per attribuire delle qualità o caratteristiche al soggetto.

Approfondisci   to be 

COSTRUZIONE

1) Se nella frase principale c’è l’ausiliare:
AUSILIARE DELLA FRASE PRINCIPALE + PRONOME SOGGETTO

- Let’s go in! This is a wonderful pub.
Entriamo! Questo è un pub bellissimo.
- Is it?
Ah si?
- Oh yes!
Sì sì!
In questo caso si parla di un pub, quindi si usa ‘it’.


- Peter is a very good singer.
Peter è un ottimo cantante.
- Is he?
Ah sì? Lo è?
In questo esempio invece stiamo parlando di una persona, quindi usiamo ‘he’.

Approfondisci i   pronomi personali 



2) Se nella frase principale non c’è ausiliare, per formare la ‘reply question’ si usano ‘do’, ‘does’, ‘did’.

- I drunk too much last night.
Ho bevuto troppo ieri sera.
- Did you?
Davvero?
- Yeah, a lot of beer …
Sì, tantissima birra …
Il verbo principale è al passato (drunk), quindi l’ausiliare sarà al passato (did).


Altro esempio:

- Tom plays the guitar very well.
Tom suona la chitarra molto bene.
- Does he?
Ah sì? Veramente?
Il questo caso il verbo è al presente, e anche l’ausiliare (does).

Approfondisci   to do 

FORMA NEGATIVA

- I don’t know what you are talking about.
Non so di che cosa stai parlando.
- Oh, don’t you? Ok, that’s fine…
Ah non lo sai? Va bene…
Mostra irritazione.

Autore

Giuseppe Testoni
Giuseppe Testoni

Metti mi piace!