Glossariosorry

sorry

UTILIZZO

1) Viene usato per scusarsi per qualcosa.

Did I hurt you? Sorry!
Ti ho fatto male? Scusa!

- I’m so sorry! I didn’t see you!
Scusami tanto! Non ti ho visto!
- That’s all right, don’t worry!
È tutto a posto, non ti preoccupare!

Sorry, I’m late. Am I the last?
Scusate il ritardo. Sono l’ultimo?


2) Quando si è dispiaciuti per qualcosa.

I’m sorry that you’ve lost your job.
Mi dispiace che hai perso il lavoro.

Tell Meg that I’m sorry.
Dì a Meg che mi dispiace.

I’m so sorry for Jill, she is very unlucky.
Mi dispiace molto per Jill, è molto sfortunata.


3) O quando si sta per dare una brutta notizia, oppure una risposta negativa ad una domanda.

I’m sorry to tell you that you didn’t pass the exam.
Mi dispiace dirti che non hai superato l'esame.

Sorry but you can’t come.
Mi dispiace ma non puoi venire.

- Can I buy the ticket on the bus?
Posso comprare il biglietto a bordo?
- I’m sorry but you can’t.
Mi dispiace ma non può.
La costruzione ‘I’m sorry but …: mi spiace ma ...’ è spesso usata proprio in situazioni o risposte negative.

Approfondisci   but 


4) Si può anche usare per chiedere di ripetere qualcosa che non si è capito.

- Can you pass me the sugar, please?
Mi passi lo zucchero, per favore?
- Sorry?
Scusa? Come?
- The sugar!
Lo zucchero!
- Ohh yes, here you are!
Ahh sì, ecco a te!


5) Si usa spesso per attirare l’attenzione di qualcuno.

- Sorry! / I’m sorry!
Scusa!
- Yes?
Sì?

Approfondisci   excuse me, sorry, pardon 


COSTRUZIONE

‘Sorry’ può essere seguito sia da un nome, che da un verbo.

- Se è seguito da un nome, la costruzione è:

SOGGETTO + BE SORRY + FOR + QUALCOSA
Were sorry for the inconvenience.
Ci dispiace per l’inconveniente.

Approfondisci   to be    for 


- Se invece ‘sorry’ è seguito da un verbo sono possibili due costruzioni:

1) SOGGETTO + BE SORRY + VERBO ALL’INFINITO + COMPLEMENTO OGGETTO
Im sorry to bother you, but I need your help.
Mi spiace disturbarti, ma mi serve il tuo aiuto.

Si usa questa costruzione per scusarsi di qualcosa che sto facendo in questo momento o nell’immediato futuro.
Mi sto scusando per una cosa che sto per fare. Ti sto disturbando adesso e mi scuso per questo.

Prima penso all’azione (1), poi la faccio (2):

I’m sorry (1) to bother you (2).
Mi dispiace (1) disturbarti (2).
Approfondisci l’   infinito 



2) SOGGETTO + BE SORRY + FOR + VERBO FORMA PROGRESSIVA + COMPLEMENTO OGGETTO
Im sorry for waking you up last night.
Mi dispiace averti svegliato ieri notte.

Si usa invece questa costruzione per scusarsi di qualcosa che è avvenuto in precedenza.
In questo caso mi sto scusando per qualcosa che ho già fatto.

Prima faccio l’azione (1) e dopo ci penso (2):

I’m sorry (1) for waking you up last night (2).
Scusa (1) per averti svegliato la notte scorsa (2).
Approfondisci la   forma progressiva 

Autore

Giuseppe Testoni
Giuseppe Testoni

Metti mi piace!